Home \ Storie \ Sulla scia del vento Giacobino \ Il gemellaggio con il teatro più grande del mondo

Il gemellaggio con il teatro più grande del mondo

Il Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio, considerato "il più piccolo del mondo", nel settembre 1997 si è gemellato con il Teatro Farnese di Parma, "il più grande del mondo". Questa iniziativa concertata tra il Sindaco di Monte Castello di Vibio, Elio Primiera, il Presidente della Società del Teatro della Concordia, Edoardo Brenci,  il Direttore del Teatro Festival Parma, Giorgio Gennari, il Presidente del Teatro Stabile di Parma, Walter Le Moli, ha rappresentato un'azione significativa per inserire il piccolo teatro montecastellese tra i teatri più prestigiosi.

Il Teatro della Concordia è stato progettato in pieno clima post-rivoluzione francese del 1789 e poi intitolato propria a quella "concordia tra i popoli" che si andava ricreando in Europa agli inizi  dell'Ottocento. La sua inaugurazione è datata 1808. Questa ricchezza architettonica ha suscitato un vasto interesse di pubblico in appena quattro anni dalla sua ultima riapertura (1993), ricevendo la visita di oltre ventimila persone amanti delle bellezze in miniatura.

Il Teatro Farnese costruito nel 1619 fu inaugurato nel 1628, in occasione del matrimonio fra Margherita dei Medici ed il Duca Odoardo, con uno spettacolo allegorico mitologico intitolato "Mercurio e Marte". Fu utilizzato fino al 1732, poi lentamente decadde fino alla completa distruzione in seguito allo scoppio di una bomba nel maggio 1944. Ricostruito nel 1956 è oggi prestigioso e magico ingresso alla Galleria Nazionale. Il palcoscenico misura metri 40 per un'apertura di 12 metri, contro i 7,5 di quello di Monte Castello di Vibio.

La cerimonia di gemellaggio è avvenuta a Parma il 6 settembre 1997 e a Monte Castello di Vibio il 21 settembre, con la rappresentazione dello spettacolo "Una tavolozza rosso sangue" (Premio Superfondi 1995) di Valeria Moretti, con Elisabetta Pozzi, prodotto dal Teatro delle Donne.


Pergamena del gemellaggio
tra il Teatro della Concordia ed il Teatro Farnese di Parma

 

pergamena_gemellaggio

 
Home \ Storie \ Sulla scia del vento Giacobino \ Il gemellaggio con il teatro più grande del mondo

 

FAI-TeatrodellaConcordia2

 

Monte Castello di Vibio e'

Borghi cittaslow

Dal Libro dei Visitatori

Con la più viva ammirazione al Teatro più piccolo e più bello del mondo!
Rita Levi Montalcini, Premio Nobel
Magnifico, meraviglioso, stupendo! Non vedo l’ora di tornare
Folco Quilici
Questo è il teatro più emozionante del mondo!
Roberto Saviano

Newsletter

Mantieniti informato!

Per ricevere informazioni turistico-culturali sulla programmazione teatrale e sugli eventi del Comune di Monte Castello di Vibio

ISCRIVITI

 


Sostengono la cultura:
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner