Il teatro più piccolo del mondo

Il Comune di Monte Castello di Vibio e la Società del Teatro della Concordia nell’apprendere la notizia che altri teatri storici italiani sono stati restaurati e tornati in attività si congratulano per la riuscita di questa finalità, che nell’esperienza già vissuta qui a Monte Castello di Vibio significa lo stringersi di una comunità intorno al suo luogo di vita e di cultura tradizionale che fanno la storia del tessuto civile italiano.

Questi teatri, pur di capienza 99 posti o anche meno del Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio non sono la fedele testimonianza del teatro settecentesco all'italiana o goldoniano. Pertanto il Comune di Monte Castello di Vibio e la Società del Teatro della Concordia non hanno mai convenuto con i rappresentanti di altri teatri sul riconoscimento del titolo di “più piccolo del mondo” che si sono dati, in quanto non si ritiene paragonabile il misurarsi in tal senso per il primato.

Qui a Monte Castello l'iniziativa della costruzione di un teatro in un centro di così ridotte dimensioni fu coraggiosamente presa e felicemente attuata da nove "possidenti" i quali ....."lo fecero piccolo, a misura del paese loro, ma la civiltà non si misura a cubatura ne a metri".... (da una lettera dell' ‘800).

E' inconfutabile che, quanto al numero complessivo dei posti, esistano anche altri teatri con meno di 100 posti come, ad esempio, i cosiddetti "teatri di corte" presenti in molte parti d'Europa. Il Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio è definito con lo slogan "il più piccolo del mondo" in quanto è la fedele e riuscita riproduzione in miniatura dei grandi teatri italiani ed europei. Di essi ne ricalca alla perfezione la forma con pianta a campana o "all'italiana" (definita anche goldoniana), la realizzazione interamente in legno, il tipico boccascena, le decorazioni ad affresco che interessano l'intera superficie scoperta compreso il plafone, la presenza del foyer affrescato, del caffè del teatro, dei camerini, della graticciata, della sala per le riunioni, dell'elegante scalone d'ingresso esterno, l'atrio e la biglietteria, la scala di accesso principale ai due ordini di palchi ed una scala secondaria. Se si aggiunge a tutto ciò le modeste dimensioni in cui è stato ricavato, la perfezione dell'acustica, la pregevolezza artistica ed architettonica, la dovizia di particolari con cui è stato costruito nel 1808, insieme alla disposizione armonica dei vari elementi e locali che lo compongono, lo slogan che gli è stato attribuito da sempre appare effettivamente il più calzante ed appropriato. Si tratta di una struttura di inestimabile valore, completa in ogni suo elemento, un esempio di gusto e proporzioni, un luogo dove si respira un senso di leggerezza e gradevolezza. Una vera e propria opera d'arte, unica, nel suo genere, nel panorama teatrale italiano ed europeo e perciò non paragonabile neppure con altri. Un'opera d'arte, che da settembre 2002 è annoverato tra le emissioni filateliche con un francobollo che lo fregia di appartenere al "patrimonio artistico e culturale Italiano".


Si riferiscono alcuni dati riportati nella Relazione tecnica redatta dai progettisti e direttori

del recente restauro terminato nel 1993, gli architetti Mario Struzzi e Paolo Leonelli:


Il teatro della Concordia è eccezionale perché è certamente fra i più piccoli del mondo, ma anche perché può considerarsi unico nella sua tipologia, essendo una intelligente via di mezzo fra gli allestimenti teatrali cinquecenteschi in ambienti preesistenti ed il tipico teatro all’italiana.

E’ costituito dal codificato equilibrio fra i tre ambienti che lo connotano: atrio, sala, spazio scenico.

Altri particolari poi concorrono a farne un piccolo gioiello ed una eccezione non tipologicamente classificabile come può facilmente farsi per i restanti teatri umbri:

- le dimensioni dei tre principali spazi con superficie utile pari a: atrio mq. 29, sala mq 68, scena mq 50;

- la struttura dei palchi interamente lignea, la cui cassa armonica rende alla sala la musicalità acustica;

- la spazialità della platea che esalta la perimetrazione a ferro di cavallo;

- la poligonale ansata dei palchetti;

- la mancanza del loggione

ingresso001 teatrodallalto

Platea e vista dal secondo ordine dei palchi del Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio


Il Comune di Monte Castello di Vibio e la Società del Teatro della Concordia nell’aver adottato dal 1993, anno dell’ultimo restauro dopo 42 anni di chiusura, lo slogan di avere “il teatro più piccolo del mondo” sono ben consapevoli che la cultura non si misura a metri e che tanto meno tale “primato” deve essere motivo di orgoglio fine a se stesso. Invece è motivo di orgoglio per la comunità montecastellese l’avere qui un bene inestimabile di particolare pregio artistico e architettonico. E l’annoverarsi nella storia del guinness dei primati per “registrarsi” come “il più piccolo tra i teatri”, miniatura di un grande teatro, è una strada che si può percorrere! Lo slogan finora adottato verrà quindi gelosamente mantenuto per le ragioni appena esposte. Inoltre, dal momento che detto slogan viene da noi adoperato da molti anni ed utilizzato esplicitamente come elemento caratterizzante la campagna promozionale sia del Teatro della Concordia che del paese di Monte Castello, si sta valutando la possibilità di diffidare formalmente coloro che se ne vogliano appropriare. Ciò anche al fine di evitare elementi di confusione o disorientamento fra il pubblico, i visitatori e gli amanti dell'arte e della cultura. In ultima analisi, comunque, invitiamo la stampa specializzata ed il pubblico, a cui ovviamente ci rimettiamo, a fornire le proprie valutazioni in proposito visitando il nostro "gioiello".

Orario di apertura per la visita al Teatro della Concordia

e anche per una visita virtuale

 

Monte Castello di Vibio e'

Borghi cittaslow

Dal Libro dei Visitatori

Con la più viva ammirazione al Teatro più piccolo e più bello del mondo!
Rita Levi Montalcini, Premio Nobel
Magnifico, meraviglioso, stupendo! Non vedo l’ora di tornare
Folco Quilici
Questo è il teatro più emozionante del mondo!
Roberto Saviano

Newsletter

Mantieniti informato!

Per ricevere informazioni turistico-culturali sulla programmazione teatrale e sugli eventi del Comune di Monte Castello di Vibio

ISCRIVITI

 


Sostengono la cultura:
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner